loading

Sitemap x

i Reporters

Jürg
Brandenberger
Colombia
Niccolò
Castelli
Afghanistan
Gaspard
Lamunière
Israele/Ginevra
Christoph
Müller
Kongo
Lisa
Röösli
Israele
Elvira
Stadelmann
Svizzera

Anker

Jürg Brandenberger
Colombia

Jürg Brandenberger lavora come reporter e videogiornalista per il programma di attualità politica «Rundschau». Il grande coraggio e lo strenuo impegno del delegato del CICR Abraham Doblado in Colombia hanno toccato Jürg. Ha incontrato questo ginevrino d'origine nella lontana giungla della provincia di Chocó, lo ha accompagnato durante le sue missioni rischiose nel territorio dei ribelli e ha mostrato quanto fossero importanti per Abraham e il suo team il contatto con tutte le parti in conflitto.

«In questo angolo del pianeta dilaniato dai conflitti non ci sono leggi di cui la popolazione civile possa avvalersi. Regna la guerra e prevale il diritto del più forte. Si comprende allora quanto sia importante l'audacia del CICR.»

 

Anker

Niccolò Castelli
Afghanistan

Niccolò Castelli esercita la libera professione come fotografo e videogiornalista per la radiotelevisione svizzera di lingua italiana RSI. Niccolò ha visitato diverse volte il centro ortopedico a Kabul. Ogni volta era colpito dalle storie commoventi dei pazienti, per cui una nuova protesi era legata alla speranza di una nuova vita. Niccolò ha accompagnato il direttore Najmuddin nel suo lavoro. Forte di una fiducia crescente, è anche riuscito a immortalare scorci straordinari della vita quotidiana delle famiglie afgane in un clima di scontri.

«L’Afganistan è da secoli il corridoio del mondo e solo andando là ho iniziato a percepire il significato di quel termine: diverso. Sono stato un privilegiato, ho potuto entrare nelle loro case; stare intere giornate ad osservare uomini e donne vittime di 30 anni di guerra mentre plasmavano su misura nuove gambe e braccia a chi, come loro, le ha perse a causa di una di quelle innumerevoli mine sparse sul territorio; ho ascoltato le semplici parole di chi sta cercando un futuro per il suo Paese in armonia fra tradizione e modernità. Ho conosciuto la diversità laggiù, ho sentito il bisogno di conoscerla meglio, condividerne i contrasti, quelli spietati e quelli splendidi. E quel diverso è stata una grande opportunità.»

 

Anker

Gaspard Lamunière
Israele/Ginevra

Gaspard Lamunière vanta una grande esperienza in qualità di reporter, autore e produttore di documentari presso RTS. Ha accompagnato Stéphanie Eller durante la formazione organizzata dal CICR a Ginevra. Si trovava a Tel Aviv con la moglie, la fotografa Eliane Ruckstuhl, quando è stato annunciato che alcuni collaboratori del CICR erano stati presi in ostaggio in Siria. Nella Striscia di Gaza ha raccolto le testimonianze di alcune vittime costrette a vivere in un territorio occupato da decenni. Gaspard ha accompagnato anche il presidente del CICR Peter Maurer durante alcune occasioni in Svizzera.

«Specialista della diplomazia dietro le quinte, e dunque senza testimoni, il CICR non è solito accettare telecamere sul campo. Con questa serie siamo tuttavia riusciti a far conoscere ai telespettatori una parte significativa e interessante delle sue attività altrimenti sconosciuta.»

Anker

Christoph Müller
Rep. Dem. Del Congo

Christoph Müller ha diretto fino al 2012 la redazione dei documentari presso SRF. Per il progetto CICR, questo grande conoscitore dell'Africa si è recato più volte nella martoriata Repubblica democratica del Congo. Qui il videogiornalista ha seguito il presidente del CICR Peter Maurer in una missione diplomatica. A Kinshasa ha mostrato l'importanza per il CICR di avere un contatto con le alte sfere del potere. A Goma, capoluogo della provincia orientale, ha vissuto da vicino il grave disagio della popolazione. L'amaro destino dei bambini, orfani di guerra, o il tentativo di reintegrare nella società i bambini soldato gli hanno lasciato un segno indelebile. 

«Nel Congo orientale, dove da venti anni si è sviluppata una vera e propria economia di guerra, sono le donne e i bambini a patire le sofferenze maggiori. E ciò nonostante un massiccio intervento dell'ONU e di organizzazioni umanitarie da tutto il mondo. Uno scenario deprimente!»

Anker

Lisa Röösli
Israele

Lisa Röösli è produttrice e autrice della trasmissione «Kulturplatz» su SRF. La videogiornalista ha filmato la losannese Stéphanie Eller in Israele. Spesso le riprese erano difficili per via delle molteplici prescrizioni e misure di sicurezza di entrambe le parti in conflitto. Lisa è rimasta colpita dall'impegno e dal carattere aperto di Stéphanie, che ha intrapreso la sua prima missione con molto entusiasmo.

«Israele è una delle più antiche delegazioni del CICR. Il conflitto sembra radicato, le parti coinvolte si ostinano nelle loro posizioni e le mansioni quotidiane sono istituzionalizzate. In questo Paese, i collaboratori del CICR si passano il testimone da decenni e ciascuno ha l’impressione di non poter fare molto per cambiare la situazione. In queste condizioni, la dedizione dimostrata da Stéphanie Eller è più che mai ammirevole. Agli occhi di questa giovane collaboratrice, Israele rappresenta una grande sfida.»

Anker

Elvira Stadelmann
Svizzera

Elvira Stadelmann è una produttrice, reporter e autrice di grande esperienza della sezione documentari della SRF. In veste di produttrice ha diretto il progetto per un anno e mezzo: durante questo periodo ha gestito i rapporti con il CICR, coordinato e pianificato le riprese con i giornalisti e ideato il concetto per la serie, assumendone la responsabilità dei contenuti.

Nell’arco di vari mesi, insieme all’editor Angelo Prinz, uno dei più affermati montaggisti di documentari, ha riunito il materiale premontato dei giornalisti in sei episodi.

«Questo progetto estremamente impegnativo e rimarchevole è stato un'esperienza completamente nuova. Raramente abbiamo avuto così tante difficoltà da affrontare, raramente storie di persone ci hanno toccato così profondamente.»